Neuralia3

2°Congresso Nazionale di "NEURALIA" Bologna 21-22 Ottobre 2017

Carissime Colleghe e Colleghi,
siamo reduci da un weekend che potremmo definire “di svolta” per chi come noi ha a cuore il progetto di crescita e sviluppo della Terapia Neurale in Italia. Il confronto con un personaggio di livello Internazionale come il collega catalano Dr. David Vinyes ci ha permesso di approfondire le nostre conoscenze e integrarle con un approccio decisamente differente. Il che non significa mettere in discussione quanto abbiamo appreso dai vari corsi seminari e scuole, ma bensì “integrarle” con nuove strategie che potremo definire anche più “soft” dal punto di vista terapeutico. Importante rimarcare il ruolo dell’anamnesi (ma quanto risuona meglio “Historia de Vida”!!!) che David ha ulteriormente evidenziato e di cui peraltro si è sempre detto anche nei precedenti corsi e, sottolinerei dal punto di vista terapeutico, la delicatezza e la particolare attenzione sulle vicariazioni che possiamo rilevare e considerare e trattare nell’ambito della stessa seduta terapeutica lavorando di più sulle informazioni fasciali a vantaggio di un minor utilizzo dei pomfi spesso molto dolorosi, senza andare a discapito del risultato terapeutico. Diciamo che se consideriamo il rapporto costo/beneficio per il paziente (dove il “numeratore costo” sta per sofferenza durante la seduta e per “denominatore beneficio” sta il risultato terapeutico) da oggi abbiamo un arma in più per ridurre il valore del “numeratore costo” e aumentare il valore del “denominatore beneficio”.
Ovviamente un grandissimo apporto per la nostra formazione l’abbiamo avuta anche grazie alle relazioni dei colleghi Michele Acanfora (ormai il Filosofo della Terapia Neural Italiana), la frizzante Claudia Bassanino, lo scientifico Massimo Cappelli, l’impegnativo Fortunato Sorrentino e il sottoscritto, e non posso non sottolineare la partecipazione attenta e attiva da parte di tutte le colleghe e i colleghi presenti.
Lo stesso David ha espresso il suo entusiasmo per il numero e il coinvolgimento dei partecipanti.
Che dire poi della splendida e sempre perfetta organizzazione del nostro insostituibile Massimo Testi (ma non chiedetegli indirizzi di ristoranti vegetariani bolognesi!! Massimo Cappelli e Franco Aielli sono sotto shock e chissà ancora per quanto tempo!!)!!
Un ringraziamento particolare al collega Marco Zucchini che con la sua preziosa traduzione ci ha permesso di cogliere anche le sfumature dell'esposizione di David Vinyes.
E’ stata inoltre un occasione per presentare i progetti di “NEURALIA” che si concretizzeranno con una Scuola Biennale di Terapia Neurale cui David Vinyes ha promesso di fare qualche lezione e speriamo di riuscire ad inserire anche altri docenti Europei o Sudamericani, i Corsi Avanzati (per il primo che si svolgerà a Gennaio abbiamo già abbondantemente superato il numero massimo dei posti disponibili), i Corsi per neofiti, i Corsi monotematici, e l’immancabile appuntamento annuale con il Congresso che vedrà nuovamente la presenza di ospiti di livello internazionale.
Insomma, il nostro motto sarà sempre: OPEN MIND
Un abbraccio a tutti
Giorgio Romani