Neuralia3

Chi siamo

Neuralia nasce all’alba del 2017 ed è il frutto della passione che alcuni di noi hanno coltivato per la Terapia Neurale.


Tutto inizia nell'Aprile del 2013 quando, per motivi contingenti, venute meno le condizioni per organizzare gli storici master tenuti dal nostro maestro Pier Giovanni Pavesi, alcuni Neuralterapeuti decidono d'incontrarsi per discutere tra loro degli approcci diagnostici e terapeutici e delle tecniche di infiltrazione.
I loro nomi sono Giorgio Romani, Franco Donati e Massimo Testi ma potevano essere altri, stregati dalla magia di questa straordinaria metodica.


Doveva essere un incontro per pochi intimi e invece sono nate le giornate Ravennati che hanno visto sempre una partecipazione entusiasta di tantissimi colleghi e, per soddisfare questo entusiasmo, abbiamo pensato di canalizzare questa grande energia facendola confluire in un qualcosa di organizzato, strutturato e finalizzato.

La Terapia Neurale non ha al momento alcuna struttura accademica di supporto. Nè può appoggiarsi ad una comunità scientifica che possa sostenerla, nè gode di fondi, sovvenzioni statali, finanziamenti di grandi gruppi.
La Terapia Neurale va avanti da un secolo semplicemente perchè funziona e perchè è tramandata da persone che hanno a cuore la diffusione di un metodo terapeutico efficace.
Per la prima volta in Italia, chi a cuore la Terapia Neurale si è unito in una forma associativa che garantisce una formazione completa e un aggiornamento continuo. Neuralia mantiene vivo un sapere che altrimenti si perderebbe, e lo offre a quei medici di buona volontà che vogliano andare oltre quei limiti formativi e cognitivi che ben conosciamo. In un momento in cui potenti forze economiche spingono la Medicina verso la mercificazione e l’asservimento, in cui al medico viene negata la possibilità di conoscere quelle che altro non sono che le applicazioni cliniche scaturite dalla Neuroanatomia, Neurofisiologia, Neurofarmacologia, Semeiotica. Perchè la Terapia Neurale questo è, non è l’uso di un anestetico locale.
Non diamo quindi per scontato che esista questa associazione, coltiviamola e nutriamola con il nostro apporto.

 



Da alcuni anni ci interrogavamo sull’opportunità di costituire una Associazione Italiana di Terapia Neurale e le conclusioni erano le solite: sarebbe bello, non è così semplice, richiede un grosso impegno e così via.

Abbiamo da subito creduto nell’importanza della Terapia Neurale tanto da decidere di partecipare a diversi incontri Internazionali (Barcellona, Istanbul, Vienna) e notato che le attività delle associazioni in Spagna, Austria, Germania e in America Latina, solo per citarne alcune, sono particolarmente attive e partecipi tanto che la Neural Terapia è riconosciuta a livello istituzionale in alcuni di questi paesi.
Queste esperienze ci hanno dato la spinta per portare avanti questo progetto, costruire un'identità Italiana della Terapia Neurale.

Per troppo tempo si è pensato che fosse meglio essere un gruppo ristretto e che questo isolamento o questa mancanza di dialogo tra noi e il resto della classe medica costituisse quasi un merito.

In realtà l’isolamento non porta al progresso mentre il confronto, e a volte anche lo scontro, sono le armi fondamentali per la crescita culturale e noi vogliamo proporci come un' Associazione che permetta che la Terapia Neurale diventi un'opportunità in più nella scelta terapeutica, non solo per noi ma per tutta la classe medica Italiana.

Tutto ciò ci ha fatto vincere le perplessità e dato slancio per compiere questo passo, che sappiamo gravoso ma indifferibile.

Il nostro scopo è quello di costruire un'Associazione trasversale dove tutti possano portare il loro contributo e dove l’unico interesse è, e deve essere, esclusivamente scientifico e senza condizionamenti di sorta.

Molte sono le idee e i progetti da realizzare, e su molti di questi ci confronteremo durante le nostre assemblee.

Questi sono alcuni degli obiettivi che ci prefiggiamo:

  • Promuovere e rappresentare a livello nazionale e internazionale il fondamento scientifico della terapia neurale.
  • Organizzare congressi, incontri e altre attività al fine di diffondere e promuovere e approfondire i fondamenti scientifici della Terapia Neurale a beneficio degli associati .
  • Promuovere lo studio e l’applicazione della Terapia Neurale nelle diverse patologie con l’organizzazione di gruppi di studio e conseguente raccolta dati.
  • Raccogliere e diffondere pubblicazioni scientifiche sulla Terapia Neurale e segnalare i vari eventi a livello nazionale e internazionale a tutti gli associati.
  • Unirsi con le altre associazioni nazionali nella federazione internazionale (IFMANT) per facilitare il contatto fra le stesse.
  • Promuovere il riconoscimento della Terapia Neurale presso gli Ordini Dei Medici e nelle Università.
  • Creare una struttura organizzativa che attraverso gli attuali canali di comunicazione (sito web, applicazione, ecc…) sostenga la formazione e l’aggiornamento dei soci.

Questo è solo il primo passo, l’inizio di un lungo cammino da percorrere insieme.

 

 

Il Consiglio Direttivo di “Neuralia”:

Dott. Romani G., Dott. Acanfora M., Dott. Testi M., Dott. Cappelli M., Dott. Santangelo G.

 

Ravenna, 21/02/2017